Maltrattamento

FAQ maltrattamento
Condividi:

Sono testimone di un maltrattamento
Il maltrattamento di animali è un reato penale punito con il carcere. Ai maltrattatori non bisogna fare sconti: occorre innanzitutto tentare di salvare l'animale, magari richiedendo l'intervento delle forze dell'ordine le quali – trattandosi di un reato penale – hanno l'obbligo di intervenire. E poi bisogna denunciare l'episodio preoccupandosi, se possibile, di raccogliere prove (fotografie o video con lo smartphone, testimonianze ecc.). Il testo della denuncia inoltratela anche all'Enpa: la seguiremo e, se tecnicamente possibile, ci costituiremo parte civile. E l'animale maltrattato potrà essere sottratto al suo aguzzino!
 
Ci sono foto e video di animali uccisi su Internet
Non sdegnatevi e soprattutto non condividete d'istinto le foto né su Facebook né su Twitter né via mail: fareste il gioco di chi ha trovato quelle foto su qualche sito e per provocare chi ha a cuore la vita degli animali tenta di farvi arrabbiare e di farvi condividere quelle foto o quel video. Tuttavia può trattarsi di un caso di maltrattamento vero, reale. Fate una cosa, allora: inviate una segnalazione dettagliata con una mail solo all'indirizzo enpa@enpa.org. Se si tratta di una provocazione vi tranquillizzeremo, se invece sembra un caso di maltrattamento reale interverremo.
 
Avvelenamenti
Il problema degli avvelenamento è molto serio e può interessare non solo gli animali ma anche gli esseri umani. Innanzitutto chi lascia polpette avvelenate compie un reato. Se c'è il sospetto di conoscere un'area nella quale sono state poste esche avvelenate, occorre immediatamente chiamare la Polizia Municipale e la Asl: l'area deve essere isolata e bonificata con molta cura. Se invece si ha il sospetto di trovarsi di fronte a un animale domestico che ha ingerito una polpetta avvelenata, occorre immediatamente richiedere l'intervento di un veterinario: occorre fare in fretta perché il tempo, in questi casi, è prezioso. Ricordatevi di sporgere denuncia, sia pure contro ignoti: chi semina veleni compie un gesto di grande pericolosità.