Categorie

I temi

Condividi:
12/05/2016
La follia della corrida: rimanere paralizzati per uccidere un animale
1

Cosa c'è di più insensato, folle, assurdo che perdere l'uso di braccia e gambe in ossequio ad una pratica vetusta e priva di significato quale la corrida? Eppure questo è quanto accaduto a un torero messicano, rimasto ferito, per ben due volte nel giro di pochi minuti, nel tentativo di uccidere un malcapitato toro. All'uomo è stata diagnostica la frattura di tre vertebre del collo con una diagnosi impietosa: paralisi agli arti inferiori e superiori. Non fosse sceso nell'arena, non avesse cercato di uccidere un altro essere vivente, quell'uomo oggi non si vedrebbe menomato nel corpo. E non verrebbero massacrati, ogni anno, migliaia di tori, sacrificati sull'altare delle più vacua vanità umana. Clicca qui per approfondire la notizia

    TUTTE LE NEWS DI I TEMI