Home:In Vacanza
In Vacanza
Regolamentazione Sanitaria

    Le informazioni sugli obblighi sanitari richiesti dai paesi stranieri (vaccinazioni, certificati ed eventuale quarantena) si ottengono presso i Consolati delle Nazioni dove si è diretti. 

    La vaccinazione antirabbica è prassi normale per portare animali all’estero e deve essere effettuata almeno un mese prima della partenza.

    Europa, Stati Uniti e Canada richiedono un Certificato internazionale di Origine e Sanità che dimostri la buona salute dell’animale. Il certificato viene rilasciato da un veterinario autorizzato o da un veterinario della ASL di competenza. Normalmente ha una validità di 30 giorni, ma ci sono Nazioni con regolamenti differenti. E’ necessario quindi informarsi presso i Consolati dei diversi Paesi.

    Il certificato di buona salute internazionale deve riportare le seguenti indicazioni:

    • L’animale è stato vaccinato contro la rabbia da meno di 11 mesi (richiamo annuale) e da più di 20 giorni 
    • L’animale è stato visitato in data del rilascio del certificato e riconosciuto clinicamente sano.
    In Gran Bretagna è stato da poco abolito l’obbligo di quarantena* per cani e gatti provenienti dai 22 Paesi dell’Europa Occidentale che, effettuata la vaccinazione antirabbica, potranno entrare nel Regno Unito muniti di un passaporto sanitario e di un chip, da applicare sottopelle, che indichi l’identità dell’animale.
Rischi & Precauzioni

    Rischi di contrarre malattie a seconda delle aree geografiche
     
     
    Sardegna

    • Malattie, o fattori da temere: Echinococco, particolare tipo di tenia. E’ un parassita piccolissimo che si stabilizza nell’intestino diffuso tra i cani da pastore che vivono a contatto con le pecore. 
    • Come si contrae: Il cane contrae questo parassita unicamente cibandosi di carni di ovini o bovini infestati. 
    • Sintomi: perlopiù non dà alcun sintomo. 
    • Precauzioni: Nutrire il cane esclusivamente con carni cotte ed evitare che rovisti nelle pattumiere. In ogni caso al ritorno dalle vacanze, per eliminare ogni dubbio, basterà far effettuare un attento esame delle feci.

    Bacino Mediterraneo
    (Sardegna, Argentario, Isola d’Elba, Sicilia ed altre regioni del Sud)

    • Malattie, o fattori da temere: Pappatacio causa della leiscshmaniosi. Piccolo insetto simile alla zanzara. La femmina di questo pericoloso animaletto è ematofoga, cioè si nutre del sangue di molti mammiferi, tra i quali anche il cane. Con il suo morso può trasmette un protozoo che causa una grave malattia: la leishmaniosi
    • Come si contrae: attraverso la puntura del pappatacio 
    • Sintomi: I sintomi sono molto vari per cui a volte è difficile fornire subito la diagnosi esatta. I sintomi più frequenti sono comunque un notevole dimagrimento, nonostante l’appetito normale, ed una crescita eccessiva e veloce delle unghie. 
    • Precauzioni: Contro questa malattia non esiste alcun vaccino, ma si possono prendere alcune precauzioni ed usare alcuni antiparassitari da distribuire sul pelo per evitare che il pappatacio venga a contatto con il nostro cane. E’ buona norma in ogni caso, se ci si trova in zone particolarmente a rischio, non farlo dormire all’aperto, in quanto l’attività del pappatacio è prevalentemente notturna.
    Pianura Padana
    • Malattie o fattori da temere: Filariosi cardiopolmonare, malattia parassita molto diffusa e pericolosa. 
    • Come si contrae: E’ un insetto a trasportare e iniettare da un animale all’altro le larve del parassita. Una volta immessa nel corpo del cane, la larva diventa adulta e si localizza nel cuore e nelle arterie polmonari. 
    • Sintomi: Disturbo alle contrazioni cardiache, il cane si stanca facilmente e tossisce frequentemente. Con il progredire della malattia viene compromessa la capacità del cuore di regolare la circolazione sanguigna. 
    • Precauzioni: Fortunatamente è possibile prevenire questa temibile malattia somministrando al cane delle compresse che impediscono alla larva di diventare adulta.
    Arco alpino, oltr’alpe, o qualsiasi paese straniero
    • Malattie o fattori da temere: Rabbia. Infezione virale che può colpire tutti i mammiferi e che porta alla morte per paralisi. 
    • Come si contrae: Si trasmette da un animale all’altro mediante la saliva, attraverso il morso di un animale infetto. 
    • Sintomi: Difficoltà a deglutire, bava, desiderio di aggredire qualunque essere vivente si trovi nelle vicinanze, vagabondaggio senza meta. 
    • Precauzioni: Vaccino (in molti casi obbligatorio)
Alberghi, Residence & Campeggi

    Molti alberghi e residence accettano animali se di piccola taglia e fanno pagare un extra giornaliero. Alcuni alberghi sono attrezzati per l’accoglienza dei cani e hanno spazi appositi con cucce e gabbie dove farli dormire o forniscono le brandine per tenere con se il cane in camera. Questi alberghi in genere autorizzano i padroni a preparare le pappe nelle cucine utilizzando appositi contenitori.

    In Italia non sono molti gli alberghi che accolgono i cani ed in ogni caso le probabilità di trovarli sono maggiori se ci reca in montagna (ricordarsi che in montagna la vaccinazione è obbligatoria) che non al mare.

    E’ da segnalare che è possibile portare il proprio cane o gatto in 53 alberghi in Italia della catena Space Supranational, di cui fanno parte 700 alberghi di diverse tipologie e con servizi differenziati, situati nelle principali mete turistiche in 52 Paesi del mondo.

    Per quanto riguarda i campeggi, molti permettono l’accesso ai gatti, solo alcuni l’accesso ai cani. Vige in ogni caso un rigoroso rispetto del vicinato ed il cane non può sostare in spazi comuni.

Spiagge attrezzate per ospitare i cani:
  • Estate 2002: non sono più le Capitanerie di porto, ma i Comuni a decidere se Fido e Fuffi potranno accedere alle spiagge insieme ai loro padroni.
    È grazie a un recente decreto di attuazione della legge 127/’97, meglio nota come legge Bassanini, sulla semplificazione amministrativa, che le competenze passano in mano agli Enti locali, unici deputati a decidere se e dove i nostri animali domestici potranno prendere i loro “bagni di sole”, con tutte le dovute cautele!
    Il decreto dispone il passaggio dei poteri decisionali sulle concessioni relative al demanio pubblico alle Regioni, che possono delegare ai Comuni.
    Alle Capitanerie rimane il potere di emanare l’ordinanza sulla balneazione e il controllo sulle zone di balneazione di competenza, ma il Comune, di concerto con le Unità Sanitarie locali è l’unico titolare delle concessioni di autorizzazione all’ingresso di animali domestici in spiaggia.

    Le Sezioni Provinciali dell’Enpa possono sollecitare dunque le amministrazioni municipali e regionali affinché ovunque un pezzetto di spiaggia sia riservato ai nostri piccoli amici a quattro zampe.

    Per farlo è possibile scaricare il modello di lettera e regolamento ricalcato su quello presentato da Savona, da sempre pioniera in questo genere di iniziative. Lettera e regolamento vanno poi inviate a tutti i soggetti titolati all’esecuzione dell’ordinanza che si richiede.

  • ABRUZZO
    Lido "Ripari di Giobbe"
    Strada Statale Francavilla-Ortona, Ortona a mare (CH)
    Un tratto di 52 km della spiaggia di Giulianova (Teramo)
  • EMILIA ROMAGNA
    Un tratto privato della spiaggia di San Mauro Pascoli (Rimini) (Società "Le grandi spiagge") Obbligo del guinzaglio, pulizia dei bisogni ed allontanamento dell'animale nel caso in cui i latrati risultino fastidiosi per i vicini di ombrellone
    http//www.grandispiagge.it
  • FRIULI VENEZIA GIULIA
    “Fido Bao Beach” "La Playa" - Marina Julia: solo doccia per Fido ma da quest'anno è possibile fare il bagno con il cane.
    Stabilimento Castelreggio, a Sistiana (Trieste). All'interno dello storico stabilimento, libero ingresso per 12 cani alla volta. L'ingresso per i cani è gratuito.
  • LAZIO
    Stabilimento “Baubeach” - 00050 Maccarese, (ROMA) - Via Praia a Mare - annesso allo stabilimento balneare "Marechiaro"di Fregene. Tel. 06/66.56.24.94 - 0335/67.93.151.
    Per accedere al Baubeach è necessario il libretto sanitario del cane che attesti vaccinazioni in regola: 8.000 lire il biglietto d'ingresso che comprende per Fido e Buck, oltre l'assicurazione per danni a terzi, ristoro con prodotti biologici, veterinario, animazioni, un parco giochi acquatico.
  • LIGURIA
    Bau Bau Village - C.so Bigliati, 11 - Albisola Mare (SV) - Tel. 019/480555 - E’ indispensabile la prenotazione.
    Bordigheria (IM)- - spiaggia attrezzata
    “Bagni Capo Mele” a Laigueglia (Savona)
    Spiaggia libera di Pietra Ligure
    Cani tollerati in spiaggia anche ad Alassio, Genova, Bogliasco
    Ospedaletti (IM) - spiaggia attrezzata adiacente allo stabilimento “Baiaverde”
  • MARCHE
    Recanati (MC) Spiaggia “Fiumerella”, a Nord della foce del torrente Fiumarella Recanati(MC) Spiaggia “Potenza” è consentito la’accesso ai cani nella spiaggia libera sul lato destro del fiume Potenza
  • PUGLIA
    Vieste (Gargano in provincia di Foggia) stabilimento Fantasy Beach, per informazioni 328.1422375
    Bisceglie - Spiaggia di Cala Pantano (sulla strada perMolfetta). 1 kilometro di spiaggia in via di realizzazione. per info: 080/3953127
  • SARDEGNA
    Un tratto di spiaggia Is Pruinis di Sant'Antioco (Cagliari) Al guinzaglio, e niente bagno in mare
    "Baubeach" - Spiaggia del Poetto, a 450 mt. dal "Lido Mediterraneo" (Cagliari)
    Spiaggia di Coa Quaddus (Stabilimento Ochia) - Sant'Antioco (Cagliari)
  • TOSCANA
    Un tratto della spiaggia di Baratti (Piombino) Si può fare anche il bagno con Fido
    La spiaggia del Felciaio (vicino alla rotonda dell'Ardenza) - Livorno città. Anche qui si può fare anche il bagno con Fido
    Un tratto della spiaggia di Piombino
    Loc. Perelli, accanto all'ultima scogliera
    Un tratto di spiaggia a Marina di Grosseto Tra "le Marze" e il "Fuori Rotta"
    Spiaggia comunale di Ardenza (Livorno)
  • VENETO
    Spiaggia di Bibione (VE)
    L'accesso è consentito solo da via Faro o via Procione. Lo stazionamento è consentito solo sui tratti di arenile segnalati dai cartelli. I cani non condotti a guinzaglio dovranno essere muniti di museruola. Il conduttore dovrà avere sempre con se' una paletta ed un sacchetto per la raccolta degli escrementi.
    Spiaggia di Brussa Porto di Lugugnana (VE)
    E' vicino a Bibione ed è una spiaggia completamente libera da obblighi (se non quelli del buon senso) o divieti per il cane.

E NEL RESTO D'EUROPA

  • FRANCIA
    In Corsica i cani sono accettati in quasi tutte le spiagge e, generalmente, nell’intera Francia.
    Saintes Maries de la Mer nella Camargue e in Costa azzurra: Agay, St. Raphael (spiaggie libere) e St. Tropez (alle spiaggette attracco barche)
    GRECIA
    Isola di Corfu – Dalle spiagge ai musei, al pub il cane è ben accetto.
    SPAGNA
    COSTA BRAVA (Girona)

    Spiaggia di Sant Pere Pescador
    Spiaggia di Roses, davanti all’ufficio postale: accettati sulla sabbia ma non in acqua.
    Spiaggia di Castell
    Calella de Palafrugell: tra l'ultima spiaggia a nord di Calella e la spiaggia di Lafranch
    Spiaggia di La Gola: tra la spiaggia di Torroella de Montgrì e quella di L'Estartit
    Le spiagge di Empuries
    COSTA DEL AZAHAR (Comunidad Valenciana)

    Spiagge di Ribamar (Alcoceber, Castellòn de la Plana)
    Spiaggia del Serradal (Alcoceber, Castellòn de la Plana)
ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI - Via Attilio Regolo, 27 - 00192 ROMA

Realizzazione TheRightHand
Per qualsiasi contatto con il nostro Ente: enpa@enpa.it